Lo spazio nello spazio

Ottica Ghigo è l’esempio classico della trasformazione inaspettata; una trasformazione figlia della morfologia stessa del locale dominato da volte e arco a sesto ribassato. La prima sfida, quindi, era quella di rispettare i volumi esaltandone l’essenza.

arredi ottica - optical displays
Ottica Ghigo 01

La seconda sfida era dettata dalla necessità di creare un’area dedicata a refrazione e contattologia senza intersecare i volumi stessi. Da qui l’idea di creare un nuovo volume in loco della solita partizione.

arredi ottica - optical displays
Ottica Ghigo 0

La terza sfida era dettata dalla necessità di ricavare un’area laboratorio da un locale attiguo posizionato su un livello inferiore senza farlo percepire.
A tale scopo è stata praticata, nella parete, un’apertura nascosta ad arte dagli espositori.

arredi ottica - optical displays
Ottica Ghigo 01

La quarta sfida era la necessità di illuminare il locale senza utilizzare i soliti scontati sistemi a sospensione. Abbiamo quindi utlizzato una raggiera di lame di luce dalla struttura appena percepibile. Tuttavia, tutto questo non sarebbe stato possibile senza Devas e Ghigo autentici motori e vera anima.

arredi ottica - optical displays
Ottica Ghigo 01


0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.