L’ ESPERIENZA DELL’ESSENZIALE

 

“Quando il respiro si volge dal basso verso l’alto, e di nuovo, quando curva dall’alto verso il basso, grazie a questi due punti di svolta, comprendi”

Shiva, con questo Sutra, comunica a Devi, l’essenza Tantrica del respiro inteso come unità generata dalla congiunzione di due esperienze legate da due punti di svolta.

Così, parallelamente, possiamo intendere l’unità applicata all’architettura: il superamento delle barriere rappresentate dal pensiero dualistico, che fanno fluttuare di continuo la mente tra due opposti a scapito dell’ essenzialità.

In questo caso essenzialità è intesa in senso stretto, ossia la manifestazione dell’essenza del linguaggio che l’unità architettonica utilizza per comunicare con un pubblico pur estremamente eterogeneo.

L’obbiettivo è obbligare la mente a comprendere e non ad intercettare fantomatici messaggi subliminali di persuasione.

Compreso il messaggio, qualunque esso sia, al di la di fuorvianti dualismi, avrete centrato l’obbiettivo di rendere consapevole l’utente della vostra essenza, e quindi, della vostra proposta.

CLICCATE PER APRIRE IL PDF

l’esperienza dell’essenziale